Storia 1967 - 1968

Anno 1967/68

Ci si prepara alla nuova stagione con impegno ed entusiasmo. Ai giocatori Carmagnolesi vengano affiancati i nuovi acquisti per rafforzare la squadra in vista dei più impegnativi incontri.
Arrivano Federico GNOLLI dal Dronero, Silvio AINAUDI dal Racconigi, oltre ai Carmagnolesi Ottavio REGINATO e Giovanni TUNINETTI dal Chieri.
Ma ancora prima che il campionato abbia il suo fischio di inizio un grave evento luttuoso viene a turbare la vita della società.
Colpito da infarto viene a mancare il presidente Andrea STRUMIA.
È il 16/09/1967. Pochi giorni prima con un trattore aveva personalmente provveduto a livellare il campo di gioco perché i suoi ragazzi potessero giocare su un terreno idoneo.
Nonostante avesse già avuto alcune avvisaglie del male che doveva essergli fatale, non aveva mai rallentato il suo impegno a favore dell’U.S, Carmagnolese.
È una perdita molto grave sia per gli amici del consiglio direttivo che per i giocatori, consapevoli che indossano la maglia bianco/celeste soprattutto grazie ad Andrea STRUMIA.
Consiglio direttivo : Presidente Armando SARTOR, Vice Presidente Vincenzo NAPOLITANO, Economi Michele ROMERO e Domenico RABBIA Cassieri : Carlo SANDRI e Onelio PRASSO consiglieri: Mario BOETTI, Giuseppe GALLO, Piero BERTERO, Dino FAUDAROLE, Domenico CURLETTI.
Squadre partecipanti : Barge, Cherasco, Corneliano, Fossano, Nichelino, Pedona, Pro Dronero, Racconigi, Riv, Storari, Vigone, Virtus Trofarello, Villafranca e Carmagnolese.
Allenatore Domenico CURLETTI, Massaggiatore Alberto DAL ZOVO.
Giocatori: STUMIA D. , OLIOSI, REGINATO, MANASSERO F., CORBANI, STROPPIANA, BERGESE M., TUNINETTI G., CURLETTI, GNOLLI, TORTELLA, DONNO, MORSETTI. Medico sociale dott. Mario SOLAVAGIONE.
Posizione a fine campionato : 1° Cherasco con 41 punti – 2° U.S. Carmagnolese con 36 punti.
Accedono al girone superiore ( 1° categoria ) Cherasco – U.S. Carmagnolese e Pro Dronero.
Cannoniere: CURLETTI con 12 reti, SANDRONE e AINAUDI con 6 reti, GNOLLI con 5 reti, MANASSERO L. con 3 reti.
Veste i colori bianco/celeste Giovanni TUNINETTI “ figlio d’arte “.
Suo padre Dorino è stato infatti una delle principali figure del calcio carmagnolese, prima come giocatore poi come allenatore e dirigente.
Giovanni TUNINETTI ha iniziato la carriere calcistica nei ragazzi della Juventus per approdare in seguito alle squadre semiprofessionistiche dell’A.C. Casale e A.C. Chieri.
Parallelamente al campionato si gioca la Coppa Piemonte.
Memorabile l’incontro con il Bargioni negli ottavi di finale .
Così scrive Bruno MOBRICI su La Spampa del 22/02/1968 :
“ Il Carmagnola ha infranto il primato del Bargioni (Al ) imbattuto da ben 35 partite. L’incontro assai equilibrato è stato risolto da una prodezza personale di CURLETTI che spediva il pallone alle spalle del piu bravo QUAGLIA “.