Storia 1950 - 1951

 

Anno 1950/51

Ancora invariato il consiglio direttivo come pure il ruolo di allenatore che continua ad essere ricoperto da Bartolomeo (NINO) BOANO.
I giocatori sono : MONTI, MASTRORILLO, PERLO, MORINO, GIAME’, NOERI, NICODEMO, MARIOTTI, FURLAN, GANDIGLIO E., CAVAGNA, APPENDINO A.
Riserve : PIVA, GULLINO, ZAMBON, VIVALDI.
Entrano a far parte della compagine i giovani Giuseppe GIANOTTI, Dante DEMICHELIS e Nino BRANDINO.
Al campionato di 1° divisione girone D partecipano insieme al Carmagnolese le squadre: Valpellice, Pinerolo, Riv, Saluzzo, Cenisia, Montegrosso, Carignano, Perosa, Ribaldo, Alba, Lancia, Pedona, Busca.
A fine campionato l’U.S. Carmagnolese si trova a metà classifica con 25 punti. Il campionato viene vinto dal Cenisia con 36 punti.
Ancora GANDIGLIO capo cannoniere con altri 16 reti seguono MARIOTTI con 11 reti e APPENDINO con 6 reti.
In appoggio all’ U.S. Carmagnolese nasce l’Associazione Calcio Carmagnola (A.C.C.) che ha lo scopo di valorizzare i giovani calciatori locali e prepararli per il successivo inserimento nell’U.S. Carmagnolese.
Ne assume la presidenza Renato SCARAFIA , cassiere Andrea GROSSO, segretario Giuseppe GIANOTTI, consiglieri: BOANO, OSELLA, VASCHETTI.
La prima partite di questo gruppo di giovani viene disputata il 19/11/1950 a Torino contro il C.S. Tabor e si conclude con il risultato di 2 a 2 con 2 reti di DEMICHELIS.
La formazione scesa in campo e la seguente: PETRONIO, RIVA, FORNO, SANDRONE, NOVARINO, GIANOTTI, DEMICHELIS, FINELLI II, VIVALDI.
Nella foto vediamo SEBASTIANO CAVALLERO mentre para un tiro di NICODEMO contrastato da MELLE.